Prenota ora il

CONSULTO GRATUITO di  NEUROPSICOMOTRICITÀ E LOGOPEDIA

Il nostro impegno nasce dall’amore  verso quel mondo unico e irripetibile, il mondo dei bambini. Lo facciamo con una visione completa , perché  nulla venga lasciato al caso. Non abbiamo mai voluto dimenticare il “bambino che è in noi”, perché solo così, nell’empatia , nella compartecipazione , nella continua vibrazione di un emozione di amore , nasce un percorso fatto da professionisti che credono che proprio in ogni bambino che cresce, lì è custodita la ricchezza di una intera Umanità e del suo futuro.

Il piano di trattamento deve prevedere la partecipazione di differenti figure professionali, coordinate per la realizzazione del progetto riabilitativo.
La riabilitazione dovrebbe includere il coinvolgimento attivo della famiglia e di tutti gli ambienti naturali del bambino attraverso una corretta comunicazione di diagnosi e prognosi, determinazione degli obiettivi e scelta degli strumenti, assegnazione di compiti facilitando un adeguato adattamento dell’ambiente fisico, psicologico e sociale.

Quali sono le problematiche legate alla Psicomotricità

La psicomotricità analitico-relazionale secondo il metodo del linguaggio primario si basa sul gioco libero senza esercizi prestabiliti, in cui ogni partecipante mette in scena liberamente il proprio bagaglio di significati e scopre la propria via (anche quella del cambiamento) nella relazione con l’altro. Il conduttore considera la propria persona ed il proprio corpo come parte integrante del gioco di relazione e attraverso il gioco stesso sostiene l’evoluzione e la crescita dei partecipanti. Condivisione, apprendimento  e crescita costruiti sulle note della gioia, al ritmo del movimento di corpi felici, ognuno col suo passo e col suo stile, ciascuno ad insegnare ed imparare. L’incontro tra un terapista e il suo piccolo paziente rappresenta un momento di scambio reciproco, un accompagnamento alla crescita ed al superamento delle difficoltà che avviene attraverso il sorriso, l’ironia, costantemente immerso nell’universo del gioco e nella condivisione delle emozioni, delle motivazioni e dello slancio verso l’apprendimento. “I giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie”. Affronto la mia professione e l’incontro con i miei piccoli amici con l’ONESTÀ del rigore scientifico e delle pratiche basate sull’evidenza, con l’EMPATIA necessaria per trovare un varco che mi conduca nel loro mondo fantastico, con l’ALLEGRIA che meritano nel loro percorso di crescita e con la CREATIVITÀ che mi caratterizza nella ricerca di un percorso individuale e speciale per ciascuno di loro. 

Cosa comprende la prima visita ?

Consulenza logopedia

Osservazione logopedia

Consulenza neuro e Psicomotricità dell'età evolutiva

Osservazione neuro e Psicomotricità dell'età evolutiva

Questionario conoscitivo

Raccolta anamnestica

Prenota ora il CONSULTO GRATUITO di  NEUROPSICOMOTRICITÀ E LOGOPEDIA

A COSA SERVE LA CONSULENZA  E L’OSSERVAZIONE LOGOPEDICA?

Lo sviluppo del linguaggio può seguire traiettorie differenti da bambino a bambino, non tutti i bambini raggiungono gli stessi livelli di competenza nello stesso tempo.

Il mancato raggiungimento di determinate tappe di sviluppo entro i tempi più standardizzati può diventare un problema se si crea un disallineamento tra gli ambiti di sviluppo e competenza del bambino. Questo disallineamento infatti può far insorgere insicurezze che possono impattare sull’armonia di sviluppo complessiva del bambino vincolandolo o bloccandolo sul piano di crescita personale e di interazione sociale. 
 
Sapere come evolve la competenza linguistica, può aiutare il genitore ad orientarsi con maggiori strumenti nell’osservazione e nella ricerca di strategie efficaci per aiutarlo.

A COSA SERVE LA CONSULENZA  E L’OSSERVAZIONE NEUROPSICOMETRICA DELL’ETA’ EVOLUTIVA ?

Dopo una prima osservazione e una conseguente valutazione mediante test , viene steso un piano d’intervento che parte dai punti di forza del bambino, per poi promuovere lo sviluppo delle eventuali abilità deficitarie.
Nella prima infanzia l’intervento avviene in un contesto ludico dove le abilità del bambino vengono stimolate e consolidate mediante la scelta di giochi appropriati e motivanti.

Con i bambini più grandi vengono proposte attività che abbiano come scopo il rafforzamento delle funzioni cognitive superiori ( l’attenzione, la memoria, la pianificazione ecc…), abilità necessarie per un corretto sviluppo degli apprendimenti scolastici.

 

 

i vantaggi 

Neuropsicomotricità

Aiuta i bambini a migliorare l’immagine di sé, ad essere più disponibili ed aperti all’apprendimento, ma anche a sviluppare le capacità sensomotorie e ad affinare quelle relazionali.

Capacità Espressive

Nel rispetto del momento evolutivo del bambino, la psicomotricità si prefigge di facilitare la presa di coscienza di sé e delle capacità espressive intese come scoperta del corpo, dello spazio, del tempo e della relazione con sé stesso, con gli oggetti e con l’altro .

Logopedia

La logopedia può aiutare con molte più abilità relative alla comunicazione, sia orale che scritta. Questa terapia specializzata può aiutare nella costruzione di relazioni, nello sviluppo del cervello e può migliorare la qualità generale della vita.

COSA SONO I DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO

Il disturbo dello spettro autistico è un disturbo del neurosviluppo ad insorgenza precoce caratterizzato dalla compromissione delle competenze socio comunicative da comportamenti stereotipati e da interessi ristretti

COME SI MANIFESTANO I DISTURBI DEL LINGUAGGIO

Il disturbo del linguaggio è un disturbo che fa parte della grande categoria dei disturbi del neurosviluppo e quindi può dipendere da varie cause e da vari fattori. Può essere dovuto ad una particolare caratteristica di una sindrome genetica, può essere un disturbo specifico quindi non essere correlato a deficit sensoriali o ad e privazioni di altra natura.

Prenota in semplici passi tramite il Servizio Clienti

Fissiamo il tuo Appuntamento

Consulenza personalizzata di 45 minuti con le dottoresse F. Izzo - A. Izzo

Domande Frequenti

Tutti i giorni ascoltiamo i vostri dubbi e le vostre perplessità. Abbiamo raccolto le domande più frequenti, che giornalmente ascoltiamo dalle voste storie!

Quanto durerà il trattamento?

Frequentemente, alla fine di una valutazione neuropsicomotoria,  dalla quale emerge la necessità di iniziare un percorso terapeutico, mi viene posta la domanda su quanto durerà il trattamento. Ovviamente questa domanda non ha una risposta soddisfacente in quanto il decorso è influenzato da molti fattori che interagiscono tra loro, tra i quali la severità del disturbo, il tipo di diagnosi, la precocità dell’intervento e la compliance con i caregivers.

Come si svolge una seduta di psicomotricità?

Le sedute di psicomotricità hanno la durata di circa 45 minuti e si svolgono all’interno di un setting ben definito formato di tempi, spazi, regole che la psicomotricista di volta in volta costruisce secondo il percorso del singolo bambino. La terapista utilizza nell’intervento modalità di comunicazione verbali e, soprattutto, non verbali. Si tratta di tecniche a mediazione corporea che favoriscono il processo di integrazione fra i diversi piani espressivi e conoscitivi che stanno alla base della costruzione dell’identità

Qual è la frequenza degli incontri e la durata della terapia neuropsicomotoria?

Le sedute di psicomotricità hanno frequenza settimanale o bisettimanale, a seconda delle esigenze del singolo bambino (emerse in seguito al percorso di valutazione). La durata della terapia è costruita sui bisogni specifici del singolo bambino, ma già dopo alcuni mesi sono generalmente riscontrabili sensibili miglioramenti.

Quando è utile e a chi si rivolge la terapia psicomotoria?

La terapia psicomotoria individuale è utile quando si verificano blocchi o rallentamenti nel processo di maturazione dei bambini: disturbi dell’espressività motoria, ritardi dello sviluppo psicomotorio, ritardi cognitivi, disturbi e ritardi del linguaggio, difficoltà relazionali (chiusure, aggressività o inibizione), difficoltà comportamentali. Si rivolge solitamente ai bambini dai primissimi mesi di vita agli 8-9 anni circa.

Contattaci

Dove Siamo

 

POLIAMBULATORIO MEDINEUR

Viale Del Poggio Fiorito, 27
00144 – Roma
Tel. 065920932 Email: poliambulatorio@medineur.it