Tutti vogliamo essere sani, in modo da avere più probabilità di realizzare appieno il proprio potenziale di vita. La cosa giusta da fare è salvaguardare la nostra salute! Sicuramente sposando il concetto di prevenzione. Ma cosa vuol dire prevenire? Semplice….vuol dire evitare di contrarre una malattia. Ma questo vale per tutte le malattie? Realisticamente parlando, una tale affermazione sarebbe decisamente utopica. Infatti, affinchè ciò si possa realizzare, sarebbe necessario che il sistema ormonale, il sistema immunitario e il sistema nervoso fossero integrati tra loro e che funzionassero oltre che in perfetta sinergia, sopratutto in pieno equilibrio, quindi nessun sovraccarico ma neanche sottoalimentato. Una persona per definirsi sana, dovrebbe avere un perfetto equilibrio ed uno stile di vita ottimale. Dovrebbe apprezzare il cibo in misura contenuta ed esserne completamente appagato, avere un buon processo digestivo, non avere dolori o disagi. I 5 sensi , udito, vista, tatto, gusto ed olfatto, dovrebbero funzionare in maniera corretta. Dovrebbe eliminare quotidianamente e naturalmente feci, urina e sudore. Dovrebbe dormire a sufficienza e bene. Al risveglio dovrebbe avere un atteggiamento positivo verso se stesso e la vita; avere energia costante, con una buona resistenza e capacità di fare esercizio fisico. Dovrebbe provare gioia ed entusiasmo di vivere con un buon equilibrio delle emozioni. Ed infine dovrebbe invecchiare lentamente. In conclusione potremmo affermare che la perfetta salute è qualcosa di irraggiungibile. Ma possiamo avvinarci molto ad uno stile di vita, che ci accompagno nel nostro percorso, sano. L’Ayurveda può aiutarci molto! Come? Sicuramente attraverso il rispetto della natura e l’apprezzamento ed il rispetto della nostra vita, potenziando e rafforzando noi stessi come individui.Secondo l’Ayurveda – scienza della vita – l’uomo dovrebbe vivere secondo la propria struttura costituzionale, unica e individuale, consapevoli che il modo di condurre la propria vita dipende esclusivamente da noi. L’Ayurveda, nella sua complessità, si occupa non solo del trattamento e la cura delle malattie ma, sopratutto del raggiungimento e del mantenimento dello stato di salute intervenendo in tutti gli aspetti della vita. Vitaliità fisica, equilibrio mentale, serenità spirituale, benessere sociale, qualità delle relazioni, aspetti ambientali, abitudini alimentari, dinamiche della vita quotidiana, incidenza delle stagioni sullo stile di vita. Tutto questo è possibile valutarlo attraverso la palpazione del polso eseguita da un medico ayurveda. Grazie a questa pratica è possibile stabilire lo stato di salute di un individuo e creare la terapia più idonea a ristabilire l’equilibrio interno. Per questo l’Ayurveda è considerata la medicina della prevenzione per eccelleza, ed è per questo che un medico ayurveda consiglierà di eseguire la visita quando ci sentiamo bene. L’unico scopo è quello di mantenere lo stato di salute ottimale.